condividi

Share Linkedin Whatsapp

Nuove tabelle delle malattie professionali industria e agricoltura 2023

Le Tabelle aggiornate con 81 malattie professionali indennizzabili nel settore dell’industria e 21 nel settore dell’agricoltura del DM Lavoro- Salute del 10 ottobre 2023

Il 18 novembre scorso, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha emanato un decreto di rilevanza significativa per la sicurezza sul lavoro, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Si tratta del decreto datato 10 ottobre 2023, il quale ha apportato aggiornamenti all’elenco delle malattie professionali nei settori dell’industria e dell’agricoltura.

Nel dettaglio, il decreto ha revisionato le tabelle relative alle malattie professionali, includendo 81 patologie indennizzabili nel contesto industriale e 21 nel settore agricolo. Queste modifiche sono fondamentali per garantire una maggiore tutela della salute dei lavoratori esposti a rischi specifici in queste due branche lavorative.

Scarica TABELLA AGGIORNATA

Foto case history

Qualche dato sulla situazione in Italia

statistiche malattie

Va sottolineato che, secondo quanto stabilito nel Testo unico per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs. n. 81/2008), quando una malattia è il risultato di una prolungata esposizione a attività comprese nelle tabelle degli allegati, il lavoratore non è tenuto a dimostrare l’origine professionale della patologia. In tali casi, se il lavoratore può provare di essere stato adibito a lavori indicati nelle tabelle, di aver contratto la malattia correlata e ha effettuato la denuncia, si applica la presunzione legale dell’origine professionale della malattia. In questo contesto, spetterà eventualmente all’INAIL dimostrare il contrario.
Diversamente, nel caso di malattie non presenti nelle tabelle sopra menzionate, definite come “malattie non tabellate”, il lavoratore assicurato ha l’onere di dimostrare l’origine professionale della patologia per poter ottenere l’indennizzo INAIL. Questo processo richiede una maggiore documentazione e prova da parte del lavoratore, mettendo in evidenza l’importanza della dichiarazione tempestiva e accurata delle condizioni di lavoro e dei sintomi correlati.

È essenziale che le aziende si occupino non solo degli incidenti sul posto di lavoro, ma anche delle malattie professionali che possono manifestarsi a distanza di anni a causa di esposizioni prolungate. La difesa contro le malattie professionali spesso richiede la ricostruzione della carriera lavorativa dei dipendenti, un compito semplificato attraverso strumenti informatici come l’app  Q-81 HSE. Questo non solo preserva la salute dei lavoratori, ma anche le risorse finanziarie delle aziende a lungo termine.

Richiedi la demo online


Contattaci

Vuoi ricevere in ulteriori informazioni?
Inviaci la tua richiesta