18 Marzo 2024 // sicurezza_  

Patente a crediti per cantieri: requisiti, sanzioni e responsabilità

La guida Completa.

Facciamo il punto sulle principali  novità introdotte dal recente Decreto-legge 2 marzo 2024, n. 19, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 52 del 2 marzo 2024. Una delle principali innovazioni è l’introduzione della “patente a crediti”, prevista all’articolo 29, comma 19, a partire dal 1° ottobre 2024. Questa patente, rilasciata dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro in formato digitale, avrà un punteggio iniziale di 30 crediti ed è fondamentale per garantire la sicurezza sul lavoro nei vostri cantieri.

Quali  sono i requisiti necessari per ottenere questa patente?

Vi elenchiamo i principali:

  • Iscrizione regolare alla Camera di Commercio.
  • Adempimento degli obblighi formativi, indispensabili per mantenere elevati standard di sicurezza.
  • Possesso del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva).
  • Possesso del DVR (Documento Valutazione Rischi).
  • Possesso del DURF (Documento Unico di Regolarità Fiscale).

patente a crediti cantieri

I casi di decurtazione dei crediti

È importante sottolineare che, in caso di violazioni, è prevista una decurtazione dei crediti in base alla gravità dell’infrazione:

  • Per violazioni di cui all’Allegato I del Dlgs 81/2008: 10 crediti.
  • Per violazioni che mettono a rischio la salute dei lavoratori: 7 crediti.
  • Per sanzioni previste dal decreto-legge 12/2002: 5 crediti.
  • In caso di infortuni sul lavoro, i crediti saranno decurtati in base alla gravità dell’evento:bMorte: 20 crediti o Inabilità permanente: 15 crediti o Inabilità temporanea > 40 giorni: 10 crediti
  • Sospensione della patente in caso di infortuni gravi.

 

Come reintegrare i crediti persi

Per reintegrare i crediti persi è possibile seguire diversi percorsi:

  • Frequenza di corsi di formazione, con un guadagno di 5 crediti per ogni corso seguito.
  • Passaggio di 2 anni senza violazioni: 1 credito per ogni anno.
  • Adozione di modelli di organizzazione e gestione, con un incremento di 5 crediti.

 

Le sanzioni previste in assenza di patente o con crediti inferiori a 15

È fondamentale ricordare che sono previste sanzioni severe per coloro che operano senza la patente o con un punteggio inferiore a 15 crediti:

  • Multa che varia da 6.000 a 12.000 euro.
  • Esclusione dai lavori pubblici per un periodo di 6 mesi.

Inoltre, il decreto-legge ha stabilito nuove responsabilità per i committenti o i responsabili dei lavori. È stato aggiunto l’obbligo di verificare il possesso della patente da parte delle imprese esecutrici e dei lavoratori autonomi, come previsto nell’articolo 90.

Le sanzioni per la violazione di queste nuove disposizioni sono state aumentate significativamente, passando da 711,92 a 2.562,91 euro, come indicato nell’articolo 157 del decreto.

Patente a crediti e verifiche idoneità appaltatori

La patente a crediti rappresenta un importante requisito per le verifiche di idoneità professionale degli appaltatori.  Il processo richiede numerose fasi di controllol’informatizzazione di tale processo è fondamentale per tutte quelle organizzazioni che devono gestire appaltatori e/o cantieri in maniera efficiente, ottimizzando tempi e costi,  prevenendo il rischio di pesanti sanzioni.

 

11 Marzo 2022 // Nord Pas // sostenibilità

Validità dei certificati di formazione in materia di salute e sicurezza e covid 19