10 Giugno 2024 // obblighi datore lavoro_  sentenza_  

L’addestramento dei lavoratori e l’importanza della sua corretta registrazione

Con addestramento si intende l’attività di esercitazione pratica dei lavoratori effettuata da persona esperta e sul lugo di lavoro, come definito dal D.Lgs. 81/08 e dalla Legge 215/21. Questa ha introdotto l’obbligo di documentazione dell’avvenuto addestramento, aggiungendo all’articolo 37 del D.Lgs.81/08 il seguente periodo: “l’addestramento consiste nella prova pratica, per l’uso corretto e in sicurezza di attrezzature, macchine, impianti, sostanze, dispositivi, anche di protezione individuale; l’addestramento consiste, inoltre, nell’esercitazione applicata, per le procedure di lavoro in sicurezza. Gli interventi di addestramento effettuati devono essere tracciati in apposito registro anche informatizzato”.

HSE HUB addestramento sicurezza lavoro

 

Il datore di lavoro ha perciò un duplice obbligo:

deve provvedere all’addestramento dei lavoratori attraverso una persona esperta che conosca bene macchine, attrezzature, procedure e tutti i rischi connessi al loro utilizzo;
deve inoltre tenere traccia di tutte le sessioni di addestramento effettuate, verbalizzandole in appositi registri.

Il mancato addestramento e la sua mancata registrazione costituiscono gravi violazioni che possono portare a corpose sanzioni e alla sospensione dell’attività d’impresa, fino alla condanna per il datore di lavoro nei vari gradi di appello.

Le sanzioni previste dal D.Lgs. 81/08

• arresto da tre a sei mesi o ammenda da 3.071,27 a 7.862,44 euro per il mancato addestramento sulle attrezzature/macchine indicato all’art. 71 c. 7;
• arresto da tre a sei mesi o ammenda da 3.071,27 a 7.862,44 euro per il mancato addestramento sui DPI indicato all’art. 77 c. 5;
• arresto fino a sei mesi o ammenda da 2.457,02 a 4.914,03 euro per il mancato addestramento sulle sostanze chimiche pericolose indicato all’art. 227 c. 2;
• sospensione dell’attività del lavoratore fino al completamento dell’addestramento e in aggiunta 300 € per ciascun lavoratore interessato in caso di mancata formazione e addestramento (punto 3 dell’Allegato I).

Sentenze ed esempi

Nella giurisprudenza troviamo numerose sentenze di conferma delle condanne.
Da citare l’omesso addestramento all’uso dei Dispositivi di Protezione Individuale salvavita contro le cadute dall’alto. La Corte di Cassazione, con sentenza del 7 novembre 2018 n. 50306, ha confermato la condanna di un datore di lavoro e di un direttore tecnico per le lesioni colpose subite da un operaio precipitato da un’altezza di circa cinque metri. Per il DdL era stato accertato che i dipendenti dell’impresa di cui era legale rappresentante all’epoca dell’infortunio “non erano specificamente addestrati all’uso di Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) salvavita contro le cadute dall’alto, in violazione degli artt.115, comma 1, e 77, comma 5 lett.a D.Lgs. 81/08.”

Altro caso emblematico è la sentenza di Cassazione del 25 settembre 2023 n. 38914. La violazione delle norme aveva comportato il decesso di un lavoratore assunto con mansione d’impiegato tecnico, ma che nei fatti era adibito regolarmente anche a compiti di magazziniere con utilizzo del muletto. L’incidente mortale si verificò proprio in concomitanza dell’uso del carrello elevatore. Un testimone aveva dichiarato che, anche prima dell’incidente, i lavoratori avevano seguito dei corsi per il suo utilizzo. La testimonianza era stata però esclusa già in prima istanza, perché priva di alcun riscontro documentale. Dalle indagini era poi emerso che il lavoratore non era stato mai specificamente formato e addestrato all’uso del carrello elevatore. La Cassazione pertanto ha rigettato il ricorso confermando la condanna al datore di lavoro.

La corretta registrazione degli addestramenti impartiti ai lavoratori è un’attività che non può essere assolutamente trascurata e deve affiancare la prassi consolidata di documentazione della Formazione.
Il modulo software Formazione di Q-81 HSE permette di gestire entrambi gli adempimenti in modo agevole ed efficace.
Scopri le funzionalità principali del modulo e i vantaggi nel suo utilizzo e richiedi subito una DEMO.

 

11 Marzo 2022 // Nord Pas // sostenibilità

Validità dei certificati di formazione in materia di salute e sicurezza e covid 19